Tasting Italian Music in Amsterdam

I recently started my collaboration with Bohemian Cut and Tasting Italian Music, promoting Italian music in the Netherlands. I love this project and I will never be grateful enough to the promoter Alessandra to having me involved in it. You know how fucking miss my music nights in Milan and my blog ❤ The next…

La mini playlist del 2016

E quindi anche Spotify s’è messo a dirmi che il 2016 è stato un anno leggerino. Le mie tre canzoni più ascoltate sono state queste: Libera, Tre allegri ragazzi morti e testo di Vasco Brondi. Libera è arrivata come un presagio, neanche tanto oscuro. È arrivata in inverno, in una delle mattine peggiori di quell’inizio anno…

Come il sale

Io me lo ricordo, quel giorno in riva al fiume. Che tu mi tenevi nascoste le mani, e io ti guardavo camminare verso di me come se fossi stato vecchio.  E ho sognato di questa lettera lunghissima, di questa lettera stravolta e oscena che mi avevi spedito. E la tua lingua mi dicevi, la tua lingua…

Ci ha fottuto, il post punk

Tipo che forse non ci ho mai capito niente, della funzione della musica. Tipo che forse qualcuno aveva ragione, che il post punk ci ha fottuto. Tipo che forse sarebbe anche ora di smetterla di cercare nella musica un qualche tipo di comprensione per giustificare le nostre depressioni. Che sarebbe ora di smetterla, di attribuirle…

Il posto alla fine del mondo

Il posto alla fine del mondo ha l’acqua bassa e ferri – ovunque ferri arrugginiti. Una scritta che introduce a un sottomarino in decomposizione. Il posto alla fine del mondo ha l’abbandono degli angoli nascosti e dell’asfalto lasciato a marcire. Il posto alla fine del mondo riflette il cielo e le scritte senza senso dei…