Milano – Amsterdam: immenso smarrimento, immensa libertà

Quindi.
Ci siamo.
In questa cittá vissuta fino a qualche mese fa solo nella canzone dei Diaframma.
In questa città immaginata, nelle scalette strette, nelle case su più livelli, nella moquette impregnata di fumo e nel cielo grigio e spazioso del nord Europa.
Ci siamo.
E io che abbandono la mia Milano, proiettata in avanti e sepellita di nostalgia.
Ci siamo, su questo aereo arancione che domina l’intreccio di canali dall’alto.
E ci siamo in una nuova casa, rannicchiata su se stessa come a volersi tenere caldo.
Ci siamo con i posti da turista e le versioni meno note di strade troppo battute.
Ci siamo nelle architetture umidicce di pioggia e vento.
Nelle spiagge ampie di un mare grigio che si unisce al cielo. E ci siamo nei repentini cambi d’umore del tempo, che ci si abitua a tutto. E io non vedo l’ora di abituarmi, a tutto questo.
Alla bellezza ingiusta e stupefacente delle giovani olandesi. Alla bici e alla loro predisposizione a far festa.  Non vedo l’ora di abituarmi a questi treni puntuali e al pensare in inglese. E alla mancanza del bidet (ahiuto).
E gosh – che entusiasmo al profumo di nuovo.
Che i paragoni proprio non reggono – e io non so dove aggrapparmi.
Per giustificare a me stessa che son cosí felice and eager e mi sento parte del nord luminoso 6 mesi e buio 6 mesi che ho sempre voluto – ma cazzo come mi mancherai, Milano.
Ci siamo, veloci su quei treni.
E Milano che ti ho già dimenticata.
E tutte quelle immagini familiari e sporche e ingrigite dai giorni, tutte quelle immagini davanti agli occhi spazzate via da questo landscape costante.
E io voglio rimanere aggrappata alla tua idea di mondo e alla tua idea di perfezione, Milano. Ma non è facile, quando tutto qui ti accoglie e ti abbraccia – quando tutto sembra già tuo e gli spazi ti sovrastano anziché soffocarti.
Non è facile pensarti, Milano. Che mi torni in mente per pochi istanti e tutto svanisce di nuovo.
Ti penso nelle parole degli amici, Milano. E forse solo in quello potresti mancarmi davvero.
Ma qui è tutto un inizio – e l’inizio è sempre quello che ti muove gli ormoni e ti fa girar la testa.
Immenso smarrimento – immensa libertà.
E alla fine mi trovo anche io in fuga da quest’Italia rinnegata che è cosí adatta alla bellezza e alle lamentele.
Che poi è una roba difficilissima – non avere nulla di cui lamentarsi. Toccherà inventarsi qualcosa.
Non essere abituati a una posizione vincente – a una posizione di forza senza pensieri.
E atterrando guardo le luci dell’Europa dal finestrino, scalpitando nell’attesa di mani familiari e nuove stanze.
E la sensazione di una vacanza – che ancora non mi è chiaro che questa vacanza è almost senza scadenza.
E sapere di essere gli stranieri, questa volta. Sapere di non capire un cazzo di questa lingua accartocciata.
E di tutte le parole che non saprai mai pronunciare.
Saluto Amsterdam e le nuove vie. Saluto la città che mi abbraccerà per i prossimi anni.
Saluto i giorni veloci e i cambiamenti inaspettati.
Saluto la parte di me che vorrei evitare di trascinarmi dietro.
Saluto le novità.
E saluto la mia Milano rimasta a casa.
Ah no – che non è più casa, quella.

Annunci

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. juliet in the sky ha detto:

    Se io ci penso, che fra un po’ non ci sarai più, sono già un po’ triste.

    Mi piace

    1. Valentina ha detto:

      Anche io, in effetti. E sono felice e triste insieme e ahiuto – chissà se saró pronta. Mi mancherete tantissimo ❤

      Liked by 1 persona

  2. stefiste ha detto:

    Non ti conosco ma in bocca al lupo!anch’io sono un’espatriata (E poi ho apprezzato la citazione Diaframma!)

    Mi piace

    1. Valentina ha detto:

      Ehi grazie mille e crepi il lupo! Tu espatriata dove? Un abbraccio!

      Liked by 1 persona

      1. stefiste ha detto:

        Eh io nella piccola Salisburgo! In terra teutonica!

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...