Istinto

In una via di campagna strettissima e non asfaltata. Erba alta su entrambi i lati.
Siamo fuori dalla macchina. Rossa, parcheggiata in mezzo alla strada.
Sto in piedi davanti a te, sfrego la mia testa sul tuo collo. Le braccia lungo i fianchi.
Mi baci ogni tanto. C’è un vento leggero e il cielo coperto.
Inizio primavera.
Risveglio mellow e voglia di scriverti.


Che poi dice che ero io, quella nel sogno. E chiede che parola mi fai venire in mente.
Istinto, mi fai venire in mente. E io ti coccolo come un animale.
Istinto. Sono io che coccolo l’istinto.
Come rilasciare il respiro dopo anni di apnea.
Ti abbraccio, istinto.
Ti accarezzo come mai prima e dio – come siamo in pace.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...