Già sapevo

Io già sapevo di volere sporcizia e luci. Sapevo di volere canzoni bastarde, gambe di latte e dolori fulminanti. Risvegli violenti in letti sconosciuti. Possibilità. Storie così invadenti da bastarti per le prossime 5 vite. Intensità. Capelli blu intrappolati nella spazzola e fogli stampati di verità oniriche. Incantesimi in lingue che solo io capisco. Alienazioni…