We are the dead

Un anno nero e violento si chiude con questa canzone. Come tutto ciò che deve morire. Come l’intensità della stella nera che diventa ordigno nell’universo. Come la consapevolezza delle schegge disintegrate. Come la voce di un dio mutevole che scandisce il tempo. We are the dead. L’orizzonte post atomico dei tramonti esplosi male, a nord…

No plan e la tua faccia

L’ho cercata ovunque, la tua faccia. Nei capelli lunghi sul treno. Nei visi della stanchezza sulle scale mobili, la sera tardi. Nel buio del lato est della stazione. Nei neon del lato nord della stazione. L’ho cercata dentro a pagine scritte male, in un incedere monotono di parole sconosciute e quotidiani fatti a pezzi. Nel…

4 voci e i danni collaterali

Le voci che mi tagliano a pezzetti ultimamente sono dei gran classici. Quel disagiato di Thom Yorke. Quel disperato di Billy Corgan. Kim Gordon, una sensualità mai eguagliata. Bowie. Sempre Bowie. E che ve lo dico a fare. Eh. Iniziamo dal disgraziato. Thom Yorke è venuto per la resa dei conti. Che tutto è iniziato…

But love has left you dreamless

Mi sono svegliata alle 3 del mattino con questa canzone in testa. Una melodia che cambia faccia di continuo, mentre un Bowie quasi disperato si piega al tempo. E a tutto ciò che il tempo toglie. Alla sua presuntuosa presenza, al suo atteggiamento perverso da puttana. Time – He flexes like a whore, falls wanking…

But I’m coming up for air

Di farfalle nello stomaco che mi sussurrano di morte. Dell’effetto junkie e del non sottovalutare le conseguenze dell’amore. Chi può volere in fondo una bestia con i capelli ormai corti? La prima canzone che mi mandi. I don’t want to be your friend, I just want to be your lover. No matter how it ends,…

La playlist dell’aereo

La playlist dell’aereo. Un po’ dream pop – con ovvi momenti di pesantezza. Per viaggi di un paio d’ore. Se avete meno tempo, tagliate The dark side of the moon ascoltando solo Eclipse e Brain Damage. Per una variante meno classica, optate per la versione dei Flaming Lips con Henry Rollins. Ricetta #borchiebriciole. 1. The…

And the stars look very different today

Come quando vorresti avere ancora qualcosa da dire. Che metti giù il telefono. Attonita. La notizia arriva veloce. 69 anni, due giorni fa. Black Star, due giorni fa. E rimani lì – con il sapore del cambiamento tra le mani. Come quando vorresti avere ancora qualcosa da dire. E ripensi a Five Years e alla…

Rock Motel

Quando partecipi a un crowdfounding, impegni dei soldini in qualcosa che vorresti davvero vedesse la luce ma non hai certezza che questo accadrà. E nel momento in cui ti impegni all’acquisto, già non vedi l’ora che sia il momento decisivo. E sai che dovrai aspettare, che dopo aver raccolto i fondi il libro che sostieni…

Heroes

Gli eroi di Bowie incidono per sempre i miei ricordi adolescenti. E tu partivi e tornavi, partivi e tornavi, partivi e tornavi. Partivi e tornavi, in tutte le nostre Banhoff Zoo. Un saluto laceracuore e gli occhi liquidi, i cucchiai che friggono e le candele sciolte. E i nascondigli pieni di polvere. E Bowie che…

Perfect Day

Ero riuscita a registrarlo una volta questo video, quando Red Ronnie lo passava su Video Music. Non ricordo che altri metodi avessi per procurarmi le canzoni, allora. Riavvolgevo il nastro a ripetizione e riguardavo le immagini, mi lasciavo abbracciare dalle parole. E dal labirinto, in quel Perfect Day colmo di artisti vari raccattati dalla BBC….