Afterhours – Io so chi sono, Milano

Arriva in scena con i capelli legati, la camicia abbottonata stretta intorno al collo, la giacca elegante d’altri tempi. Arriva dall’alto degli spalti e scende giù tra le gradinate recitando Io so chi sono. Tremo un pochino di imbarazzo e emozione, che chi si esprime con tutta la sua fisicità mi lascia sempre sgomenta. Una…